mercoledì 8 luglio 2015

La vera nobilitade del tosto, concreto, coraggioso e leale Renzi


A causa delle avarie frequenti della piattaforma IlCannocchiale, dove - in 4 anni e 5 mesi - il mio blog Vincesko ha totalizzato 700.000 visualizzazioni, ho deciso di abbandonarla gradualmente. O, meglio, di tenermi pronto ad abbandonarla. Ripubblico qua i vecchi post a fini di archivio, alternandoli (orientativamente a gruppi di 5 al giorno) con quelli nuovi.

Post n. 424 del 22-01-14 (trasmigrato da IlCannocchiale.it)
La vera nobilitade del tosto, concreto, coraggioso e leale Renzi


Il disegno schizoide della rottamazione
di AOMAME
Martedì 21 gennaio2014
http://www.sinistrainrete.info/index.php?option=com_content&view=article&id=3355:aomame-il-disegno-schizoide-della-rottamazione&catid=82:politica-italiana&Itemid=58

Analisi intelligente, equilibrata e condivisibile, con una sola pecca (tradita in parte già dal titolo): laddove mostra scetticismo rispetto a: 1) l'avversione di Renzi al consociativismo e 2) la sua volontà di modificare i vincoli di Maastricht.
Il primo, smentito, casualmente a stretto giro, dall'Italicum e, fondamentalmente, avendo riguardo, cioè, alla natura profonda, autentica e spietata di “rottamatore” di Renzi, (iniziata “rottamando” il padre, consigliere comunale), che non ammette né padri, né rivali-concorrenti, né pietà, né ipocrisie.
Il secondo, dal pragmatismo di Renzi, refrattario necessariamente ai vincoli stupidi, come sono quelli di Maastricht in periodi di recessione economica, soprattutto per un candidato alla premiership, a cui si voterà interamente dopo aver sistemato le questioni istituzionali interne e fatta una congrua esperienza di leadership nazionale.
Entrambi, dalla sincerità e lealtà di Renzi, che dice quello che fa e soprattutto fa quel che dice.

Venendo al merito delle posizioni via via elencate nell’articolo, in particolare di quella di Yoram Gutgeld, rilevo, a proposito delle misure anti-crisi e per la crescita, che (come scrivevo anche qui http://www.sbilanciamoci.info/Sezioni/alter/Finanziaria-alcune-proposte-per-cambiarla-20808), “Poiché questa in corso è una crisi di domanda, in luogo della riduzione del cuneo fiscale, sarebbe più efficace - come raccomanda il Prof. Paolo Leon da almeno 6 mesi - una riduzione delle imposte sulle famiglie con redditi bassi, ad alta propensione al consumo”; e b) invece, dati i vincoli europei, occorre NON demordere dal perseguimento dell’obiettivo di attingere dalla ricchezza nazionale, ancora tra le più alte al mondo: cfr. Piano taglia-debito per la crescita http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2792930.html oppure http://vincesko.blogspot.com/2015/06/piano-taglia-debito-per-la-crescita.html:
“[…] 4. per finanziare una crescita congrua ed occuparsi dei disoccupati e dei pensionati (con pensioni basse) ad alta propensione al consumo occorrono risorse, da prendere agli unici che ora le hanno: i potentissimi ricchi, tutelati dal miliardario SB, che controllano i media e fanno terrorismo informativo, perciò si tergiversa e finché ci sarà SB non lo si farà mai (anzi si danno soldi ai ricchi con l'abolizione dell'IMU per tutti); 5. infatti,è evidente che delle due l’una: o si adottano - per realismo, per carità, dato l’assetto politico attuale – misure di basso profilo, per giunta in contraddizione tra loro (vedi la restituzione dell’IMU ai ricchi ed ai proprietari di case – gravame medio annuo pari a 225 € e l’85% ha pagato meno di 400 €), [6] anziché, più correttamente dal punto di vista tecnico-economico e dell’equità, utilizzare i 4 mld per finanziare la riduzione delle imposte sui redditi bassi o un piano corposo pluriennale di alloggi pubblici o misure di welfare come i sussidi all’affitto); o si varano misure incisive e ‘rivoluzionarie’ per permettere all’Italia, in crisi grave, di agganciare la ripresa economica; tertium non datur; […]”.

 
E’ su questo, anche e in particolare, che si parrà la vera nobilitade di Renzi e che occorrerà fare, non ammuina ideologica, ma concreto fronte comune, appoggiando ed eventualmente stanando, se necessario, il tosto, concreto, coraggioso e leale Renzi ed i suoi supporter capitalisti più o meno illuminati.


Post e articoli collegati:

Berlusconi-Renzi, interpretazione psicologica di un incontro scandaloso

http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2684132.html oppure http://vincesko.blogspot.com/2015/04/berlusconi-renzi-interpretazione.html

Bersani vs Renzi, il competente e onesto segretario gentiluomo e lo sfidante coraggioso e tosto
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2753331.html oppure http://vincesko.blogspot.com/2015/05/bersani-vs-renzi-il-competente-e-onesto.html

Il tappo gerontocratico al naturale, fisiologico, salutare ricambio generazionale
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2757820.html oppure http://vincesko.blogspot.com/2015/05/il-tappo-gerontocratico-al-naturale.html

Delusione
Sono molto deluso per la slealtà del finora leale Renzi.
Gli 85 paperoni della terra sono ricchi come i 3,5 miliardi più poveri
Enrico Franceschini
20 gennaio 2014
http://www.repubblica.it/economia/2014/01/20/news/oxfam_davos_divario_ricchi_poveri-76466100/

Quelli che… E poi parlano pure
Fausto Tortora e Maurizio Benetti
23/01/2014

Renzi: io a Palazzo Chigi? Faccio un altro mestiere
23 gennaio 2014

Aggiornamento:

Segnalo che, secondo l'OCSE, la flessibilità del lavoro in Italia, di cui Ricolfi chiede il potenziamento, è al di sopra della media.

26/01/2014
Con Renzi la nebbia è finita
LUCA RICOLFI


Nessun commento:

Posta un commento